Benvenuti su Inazienda

Qui troverete informazioni riguardanti le soluzioni software di supporto alla Vostra attività ed approfondimenti su vari argomenti. Il supporto non si esaurisce sul blog ma avrete la possibilità di contattare il nostro staff attraverso commenti agli articoli presentati e direttamente tramite mail.

Particolare attenzione viene data agli argomenti che riguardano il marketing e le campagne promozionali attraverso internet. Troverete anche materiale formativo proposto dalla nostra organizzazione o distribuito come partner di altre società

Equilibrio patrimoniale e CRISI D’IMPRESA – Quali sono i valori

Parlando di crisi d’impresa, l’equilibrio patrimoniale fornisce dei dati importanti da abbinare agli indici determinati come visto in post precedenti.

EQUILIBRIO PATRIMONIALE E CRISI D’IMPRESA

L’equilibrio patrimoniale di un’azienda mette a confronto i rapporti fra:
1) impieghi e fonti di finanziamento
2) capitale proprio e capitale di terzi
3) attivo immobilizzato e attivo circolante

In particolare l’equilibrio patrimoniale richiede che gli impieghi siano superiori alle fonti di finanziamento, che sia sufficientemente capitalizzata attraverso mezzi propri e che le immobilizzazioni non incidano eccessivamente sul totale degli impieghi.
Attraverso una opportuna riclassificazione del bilancio xbrl, è possibile arrivare alla determinazione di valori in grado di rappresentare correttamente l’equilibrio patrimoniale di un’azienda.

EQUILIBRIO PATRIMONIALE E CRISI D’IMPRESA

equilibrio patrimoniale

Equilibrio patrimoniale e crisi d’impresa

Una buona rappresentazione dell’equilibrio patrimoniale potrebbe essere la seguente:
Margine di struttura primario (la capacità di poter far fronte agli investimenti attraverso mezzi propri)
Patrimonio netto tangibile (quanto patrimonio netto sia disponibile per finanziare gli investimenti tangibili)
Copertura immobilizzazioni (quanto le immobilizzazioni sono coperte dal capitale proprio)
Indipendenza finanziaria (indica quanto l’attivita’ d’impresa viene garantita da mezzi propri)
Leverage (utilizzato per misurare l’indebitamento di un’azienda)
Rapporto d’indebitamento (rapporto tra il capitale preso in prestito da terzi con quello proprio)

EQUILIBRIO PATRIMONIALE E CRISI D’IMPRESA

Hostingservizi ha realizzato un’applicazione web che accettando in input un file xbrl, provvede alla riclassificazione del bilancio con la restituzione dei risultati equilibrio patrimoniale.
Chiunque fosse interessato al software/servizio può scrivere una mail a info@hostingservizi.it

Per oggi è tutto. Nei prossimi post vedremo quali informazioni per rappresentare un equilibrio economico potrebbero essere estrapolate dal bilancio xbrl come supporto agli indici crisi d’impresa oltre l’equilibrio patrimoniale.

INDICI CRISI D’IMPRESA il calcolo degli indicatori

Il codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza prevede il calcolo di indicatori e indici crisi d’impresa che permettono una valutazione reddituale, patrimoniale e finanziaria dell’azienda.

INDICI CRISI D’IMPRESA

indici rischi d'impresa

Indice rischi d’impresa e indicatori

 

Indice di sostenibilità degli oneri finanziari nella CRISI D’IMPRESA
Come detto in altro post sugli indici crisi d’impresa, l’indice di sostenibilità degli oneri finanziari, viene calcolato come il rapporto tra oneri finanziari e ricavi
Questi due valori sono ricavabili in modo preciso all’interno del bilancio xbrl senza alcun problema ed il calcolo dell’indice di sostenibilità degli oneri finanziari non presenta alcun problema.
Il risultato dell’indice sarà espresso come percentuale e quindi il valore dell’indicatore oneri finanziari/ricavi verrà moltiplicato per 100

INDICI CRISI D’IMPRESA

Indice di adeguatezza patrimoniale nella CRISI D’IMPRESA
Tra gli indici crisi d’impresa, l’indice di adeguatezza patrimoniale viene calcolato come il rapporto tra patrimonio netto e debiti totali.
Questi due valori sono ricavabili in modo preciso all’interno del bilancio xbrl senza alcun problema ed il calcolo dell’indice di adeguatezza patrimoniale non presenta alcun problema.
Il risultato dell’indice sarà espresso come percentuale e quindi il valore dell’indicatore patrimonio netto/debiti totali verrà moltiplicato per 100

INDICI CRISI D’IMPRESA

Indice di ritorno liquido dell’attivo nella CRISI D’IMPRESA
Tra gli indici crisi d’impresa, l’indice di ritorno liquido dell’attivo viene calcolato come il rapporto tra cash flow e totale attivo.
Il valore del totale attivo è ricavabile dal bilancio xbrl, al contrario il valore del csh flow non è presente.
Per ovviare al problema della determinazione di questo valore sarà quindi indispensabile passare da una fase di riclassificazione in grado di determinare il valore del cash flow.
Il risultato dell’indice sarà espresso come percentuale e quindi il valore dell’indicatore cash flow/totale attivo verrà moltiplicato per 100

INDICI CRISI D’IMPRESA

Indice di liquidità nella CRISI D’IMPRESA
Tra gli indici crisi d’impresa, l’indice di liquidità viene calcolato come il rapporto tra attivo a breve e passivo a breve.
I due valori non sono ricavabili dal bilancio xbrl ma vanno calcolati passando da una riclassificazione che determini i due valori.
Il risultato dell’indice sarà espresso come percentuale e quindi il valore dell’indicatore attivo a breve/passivo a breve verrà moltiplicato per 100.

INDICI CRISI D’IMPRESA

Come si può capire avendo a disposizione un bilancio xbrl e qualche nozione di riclassificazione di un bilancio, sarà possibile ottenere questi indici. Una volta calcolati gli indici di allerta crisi d’impresa, dovranno essere comparati con dei valori di soglia che sono variabili in base al tipo di attività svolta ed ottenere una risposta allo stato di allerta.

Hostingservizi ha realizzato un’applicazione web che accettando in input un file xbrl e l’indicazione del tipo attività, provvede alla riclassificazione del bilancio, alla determinazione degli indici con la restituzione dei risultati.
Chiunque fosse interessato al software/servizio può scrivere una mail a info@hostingservizi.it

Per oggi è tutto. Nei prossimi post vedremo quali altre informazioni di equilibrio potrebbero essere estrapolate dal bilancio xbrl come supporto agli indici crisi d’impresa.

CRISI D’IMPRESA – GLI INDICI DI ALLERTA CRISI PREVISTI

GLI INDICI DI ALLERTA CRISI D’IMPRESA

Con l’entrata in vigore (inizialmente nel 2020 ma poi prorogato al 01/09/2021) del “Codice della crisi e dell’insolvenza” assume importanza per l’imprenditore conoscere gli indicatori della crisi di impresa. Gli organi preposti al controllo amministrativo devono analizzare gli indici reddituali, patrimoniali e finanziari per valutare la gestione della società nel presente e nel futuro.
Il codice della crisi e dell’insolvenza (decreto legge 14/2019) impone di individuare gli squilibri di carattere reddituali, patrimoniali e finanziari rapportandoli alle caratteristiche dell’impresa analizzata.
I dati necessari alla loro determinazione sono ricavati dal bilancio, dal budget e dal piano azendale e su questi dati potranno essere calcolati gli indici di allerta crisi d’impresa. Read more »

Codice crisi d’impresa e dell’insolvenza proroga confermata

Codice della crisi d’impresa

Il decreto legislativo n.14 del 12/01/2019 fissa che a partire dal 15/08/2020 entra in vigore il codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza. Vediamo in cosa si traduce tutto questo per le nostre imprese.

Il codice prevede l’introduzione di una serie di indicatori in grado di avvisare l’azienda sull’inizio di difficoltà per non incorrere nell’insolvenza e alla dispersione del valore dell’azienda stessa.
La natura di questi indicatori è quella di prevenire la sostenibilità dei debiti in base ai flussi di cassa che l’azienda è in grado di generare.
L’eventuale segnalazione comporta l’attivazione della procedura di allerta che si svolge in maniera riservata davanti all’OCRI (organismo di composizione di crisi d’impresa).

LA CRISI D’IMPRESA

I destinatari degli strumenti di allerta:
gli imprenditori individuali;
gli imprenditori collettivi;
le imprese agricole;
le imprese minori;
le imprese soggette a liquidazione amministrativa;

Read more »

Fatturazione web predisposta per il 730 precompilato e la fattura elettronica tra privati

L’emissione di fatture normalmente richiede un software gestionale predisposto che tante volte diventa un costo eccessivo per le piccole aziende ed allora un sistema di fatturazione web può essere una soluzione intelligente a portata di tutte le tasche. Read more »

730 Precompilato Invio Spese Mediche|Fatturazione Elettronica|Le novità 2016

Il 2016 sarà un anno che ci presenterà delle novità, oggi affrontiamo due adempimenti che presto ci potranno riguardare, stiamo parlando del 730 precompilato e della fatturazione elettronica tra imprese. Read more »

CRM freeware – CRM open source – CRM gratuito | suitecrm collegato al gestionale

CRM è acronimo di “customer relationship management” o “gestione delle relazioni con i clienti” ed è un software collegato alla fidelizzazione dei clienti. Read more »

Esempio Pratico di Utilizzo di un Web Service | Sviluppo in C#

Realizziamo il nostro applicativo, in grado di connettersi ad un web service attraverso il canale http, leggere il documento wsdl e comunicare attraverso il protocollo soap. Read more »

SOAP cos’è e come funziona | vantaggi per le applicazioni

SOAP è un acronimo di “Simple  Object  Access  Protocol” e la sua funzione è quella di facilitare l’interoperabilità tra applicazioni eterogenee nella programmazione distribuita su internet. Read more »

web service ovvero applicazioni web e file wsdl | Web Application

Un web service è un’applicazione web che coopera sulla rete attraverso lo scambio di messaggi indipendentemente dalla piattaforma sulla quale si trova. Read more »


SEO Powered By SEOPressor